warning!In uso:Internet Explorer. Alcune opzioni potrebbero non funzionare correttamente. Consigliamo di utilizzare un browser diverso.

Controllo visti e passaporti

Il controllo dei passaporti all'aeroporto di Sheremetyevo è svolto dal Servizio di frontiera del Servizio di sicurezza federale della Federazione Russa.

Ai sensi dell'articolo 6 della legge federale sulla procedura per uscire e entrare nella Federazione russa, il vettore aereo ha la responsabilità di controllare che i passeggeri siano in possesso di documenti validi per accedere al paese di destinazione. Per i voli Aeroflot, i documenti possono essere controllati da un rappresentante della compagnia aerea autorizzato, nella fase di check-in o di imbarco.

Contattare il Consolato del paese di destinazione per informazioni ufficiali sui documenti necessari. I passeggeri devono rispettare i requisiti relativi a passaporto, dogana, valuta estera, procedure sanitarie, quarantena e altre formalità. In caso di mancata osservanza di queste regole, Aeroflot ha il diritto di risolvere unilateralmente il contratto di trasporto aereo (articolo 107 del par. 1.1 del Codice dell'aria della Federazione Russa).

Informazioni importanti

  • Prima della partenza, controllare di aver firmato il passaporto. In molti paesi, un passaporto non firmato è considerato non conforme alle norme sull'immigrazione.
  • Se si dispone di un visto Schengen per più accessi, è necessario entrare prima nel paese che ha rilasciato il visto. Gli accessi successivi si possono effettuare attraverso un paese Schengen. Se si dispone di un visto per un singolo accesso, è possibile entrare solo dal paese che ha rilasciato il visto. Per i titolari di visti per più accessi: Se si supera il periodo di soggiorno autorizzato in area Schengen (di solito 90 giorni) entro i 180 giorni consentiti, l'accesso può essere rifiutato;
  • I bambini di età inferiore a 18 anni che viaggiano verso il Regno Unito con un visto come passeggeri ACCOMPAGNATI devono essere accompagnati da una persona il cui nome o numero di passaporto sia specificato nel visto. Se il bambino è accompagnato da una persona diversa, il visto non sarà valido.

Informazioni per i passeggeri che volano dalla VIP lounge internazionale del terminal D di Sheremetyevo

Dal 1 luglio 2015 il servizio di controllo delle frontiere russe non esegue controlli nelle VIP lounge degli aeroporti internazionali. I passeggeri che utilizzano le VIP lounge devono passare attraverso il controllo dei passaporti secondo la procedura standard.  

Informazioni per i passeggeri che volano verso la Federazione Russa

La maggior parte dei paesi ha stabilito relazioni per l'accesso al territorio russo tramite visto. I cittadini di questi paesi in possesso di passaporto standard devono disporre di un visto valido per l'ingresso in Russia, di un permesso di soggiorno temporaneo o di un permesso di soggiorno permanente. I cittadini della maggior parte dei paesi latinoamericani, della CSI e di diversi altri paesi, così come i titolari di passaporti ufficiali o diplomatici non hanno bisogno di visti. Informazioni più dettagliate sui requisiti relativi ai visti in Russia sono disponibili sul sito dell'Ambasciata della Federazione Russa o del Ministero degli affari esteri della Federazione Russa: www.mid.ru

Informazioni importanti

Tutti i passeggeri che richiedono un visto devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • I passeggeri in possesso di visto che si recano a Minsk (Bielorussia) o che provengono da Minsk e transitano da Sheremetyevo devono avere un visto di transito russo. Chi percorre la tratta Mosca - Minsk - Mosca deve essere in possesso di un visto di doppio transito.
  • I voli da Mosca a Sinferopoli sono voli nazionali all'interno del territorio russo. I passeggeri con visto devono avere un visto russo.
  • Non è consentito il doppio transito attraverso la Federazione Russa senza un visto russo.
  • Non sono accettati i visti validi emessi per passaporti non validi.

Per entrare nella Federazione Russa è necessario un passaporto valido.

Il passaporto, o un documento d'identità equivalente, deve essere valido al momento dell'arrivo nella Federazione Russa.

I cittadini russi con passaporto russo scaduto possono entrare nella Federazione Russa. Tuttavia, i passeggeri con passaporto scaduto sono soggetti a una multa al momento dell'arrivo.

Ulteriori informazioni:

Per i cittadini russi:

  • Le persone con doppia cittadinanza devono utilizzare lo stesso documento d'identità per accedere alla Federazione Russa e per uscirne.
  • Non è consentito partire dalla Federazione Russa con un passaporto scaduto.

Bambini:

  • I bambini russi di età inferiore a 18 anni che lasciano la Federazione Russa non accompagnati devono avere un certificato autenticato, scritto in russo, con il quale li si autorizza a uscire dalla Federazione Russa. Gli stessi requisiti si applicano ai bambini non residenti in Russia ma in possesso di passaporto russo.

Transito senza visto (TWOV)

I possessori di biglietti per i voli in partenza hanno il diritto di transitare senza visto per un massimo di 24 ore.

  • Il transito senza visto non è applicabile per i viaggi aventi origine o destinazione in Bielorussia.
  • Il transito senza visto non è applicabile ai passeggeri con destinazione negli aeroporti della penisola di Crimea. I passeggeri devono sottoporsi ai controlli dell'immigrazione e al controllo doganale.

Se l'aeroporto di destinazione non coincide con l'aeroporto di partenza nella stessa città russa o in caso di trasferimento tra i terminal B, C e i terminal D, E, F dell'aeroporto Sheremetyevo, è necessario un visto di transito russo.

Avvertenza:

  • Ai passeggeri sprovvisti di biglietto di ritorno o di biglietto per un volo in partenza può essere rifiutato l'ingresso. Questa regola non si applica ai cittadini di Azerbaigian, Armenia, Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan, Moldavia, Federazione Russa, Tagikistan, Ucraina e Uzbekistan.
  • Anche i titolari di visto valido sono esenti.

Informazioni per i passeggeri che volano verso i paesi europei. 

Dal 19 luglio 2013 sono in vigore alcune modifiche ai requisiti relativi all'accesso ai paesi europei. Tali modifiche stabiliscono che il passaporto dei viaggiatori non soggetti all'obbligo del visto Schengen deve avere almeno tre mesi di validità residua successiva alla data prevista per la partenza dall'area Schengen. 

I passeggeri diretti in Germania devono avere un passaporto valido firmato dal titolare del passaporto stesso. I cittadini provenienti da paesi per i quali la Germania richiede un visto possono accedere solo con un visto di ingresso singolo rilasciato esclusivamente dall'ambasciata tedesca. L'ingresso in Germania con un visto Schengen per ingresso singolo rilasciato da un altro paese dell'area Schengen non viene rifiutato automaticamente. Tuttavia, se ai controlli di frontiera la polizia federale tedesca riscontra che il vero obiettivo del viaggio non è visitare il paese che ha rilasciato il visto ma visitare la Germania, al visitatore può essere rifiutato l'ingresso, poiché avrebbe dovuto richiedere un visto a un organo di rappresentanza della Germania. Ogni caso viene esaminato singolarmente.

I visitatori che dispongono di un visto per più accessi devono entrare prima nel paese che ha rilasciato il visto. Successivamente, i visitatori con un visto per più accessi possono accedere a qualsiasi paese dell'area Schengen. Il vettore si riserva il diritto di rifiutare il trasporto dei passeggeri che non siano in possesso dei requisiti di cui sopra. Queste regole si riferiscono all'ingresso nel paese, ossia si applicano ai passeggeri provvisti di biglietti per le tratte Russia-Germania-Russia con visti rilasciati da un Consolato di un paese diverso dalla Germania e sprovvisti di una prova del transito attraverso la Germania. Queste informazioni non si riferiscono ai passeggeri in transito che passano per la Germania ma la cui destinazione è un altro paese europeo.

L'accesso alla Bulgaria o alla Lettonia con un visto Schengen in un passaporto senza ulteriori pagine vuote è consentito solo se il visitatore dispone di un nuovo passaporto valido. Anche il passaporto privo di pagine vuote deve essere valido. In caso contrario, il visto nel vecchio passaporto non sarà considerato valido.

Per proteggere i bagagli dei passeggeri che volano con Aeroflot dalla Grecia, i contenitori di olio con volume superiore a 1 litro possono essere trasportati nel bagaglio solo in un pacchetto adeguato al contenuto, ossia in un ulteriore pacchetto rigido speciale (non di cartone).

Per accedere alla Repubblica di Cipro, ai cittadini russi e ucraini è sufficiente un passaporto valido, un visto o pro-visto (singolo ingresso) cipriota, che può essere ottenuto dal sito web dell'ambasciata: сайте Посольства).

I cittadini di paesi terzi con visto Schengen di tipo C per doppio ingresso o per ingressi multipli possono entrare nella Repubblica di Cipro e soggiornarvi senza un visto nazionale per un periodo coincidente con la durata del soggiorno consentita dal loro visto Schengen, ma non oltre il periodo di validità di tale visto.

Informazioni per i passeggeri che volano verso il Regno Unito

Il 1 dicembre 2014 nel Regno Unito sono state introdotte nuove norme sui visti di transito.

  • I cittadini della Federazione Russa e di altri paesi che richiedono un visto nel Regno Unito e che viaggiano verso l'Irlanda, le Isole del Canale e l'Isola di Man (area di libera circolazione) passano per i controlli dell'immigrazione ed escono dall'aeroporto. Devono avere un visto di transito per il Regno Unito.
  • Il transito nel lato aria dell'aeroporto è consentito ai passeggeri che non attraversano il controllo delle frontiere del Regno Unito e che prendono un volo in coincidenza entro le 23:59 dello stesso giorno. Ai cittadini russi non è richiesto un visto di transito se non cambiano aeroporto.
  • Il transito nel lato terra dell'aeroporto è consentito ai passeggeri per i quali è necessario un visto (compresi cittadini russi), ossia se i passeggeri in transito lasciano l'aeroporto, fino alle 23:59 del giorno successivo, purché dispongano di un visto di transito per il Regno Unito, tranne che per i titolari di uno dei seguenti documenti:
    • un visto valido per l'Australia, il Canada, la Nuova Zelanda e gli Stati Uniti, anche se tali paesi non rientrano nell'itinerario del passeggero;
    • un permesso di soggiorno valido per l'Australia, la Nuova Zelanda o il Canada rilasciato dopo il 28 giugno 2002;
    • un permesso di soggiorno per gli Stati Uniti rilasciato dopo il 21 aprile 1998;
      - un permesso di soggiorno I-551 (il timbro ADIT non è accettato) valido
       - un permesso di soggiorno I-551 scaduto con estensione I-797;
      - un visto per immigrazione 155А/155B con busta sigillata;
    • un permesso di soggiorno rilasciato da uno Stato membro dello Spazio economico europeo o dalla Svizzera;
    • un visto di categoria D rilasciato da uno Stato membro dello Spazio economico europeo o dalla Svizzera;
    • un visto biometrico irlandese approvato BC o BIVS (per il transito verso un paese non membro dell'area di libera circolazione);
    • un visto ADS rilasciato da un paese Schengen, purché il passeggero sia diretto nel paese che ha rilasciato il visto;
    • un biglietto per un volo da un paese Schengen, purché il titolare possa confermare il proprio arrivo con un visto ADS- entro 30 giorni di anticipo.

I bambini di età inferiore a 18 anni che viaggiano verso il Regno Unito con un visto come passeggeri ACCOMPAGNATI devono essere accompagnati da una persona il cui nome o numero di passaporto sia specificato nel visto. Se il bambino è accompagnato da una persona diversa, il visto non sarà valido.

Informazioni per i passeggeri che volano verso la Turchia

Dal 1 gennaio 2015, i requisiti per la validità dei passaporti dei passeggeri diretti in Turchia sono stati modificati:

  • I passaporti dei cittadini della Federazione Russa idonei a visitare la Turchia senza visto per 60 giorni devono avere una validità residua di almeno 120 giorni dalla data di entrata nella Repubblica di Turchia.
  • I passaporti dei cittadini della Bielorussia idonei a visitare la Turchia senza visto per 30 giorni devono avere una validità residua di almeno 90 giorni dalla data di entrata nella Repubblica di Turchia.
  • La validità dei passaporti dei cittadini di tutti i paesi (tranne Turchia, Germania, Belgio, Lussemburgo, Spagna, Francia e Svizzera) deve essere calcolata come segue: durata massima consentita della permanenza senza visto o data di scadenza del visto più 60 giorni.
  • I cittadini di Turchia, Germania, Belgio, Lussemburgo, Spagna, Francia e Svizzera possono entrare anche con un passaporto scaduto.
  • I documenti dei passeggeri con un permesso di soggiorno turco devono essere validi al momento dell'ingresso nel Paese. 

Informazioni per i passeggeri che volano verso gli Stati Uniti 

L'autorità statunitense per i trasporti (Transportation Security Administration, TSA) richiede di indicare il proprio nome e cognome, la data di nascita e il sesso ai fini dello screening per la watch list ai sensi della legislazione degli Stati Uniti. Se disponibili, si possono anche fornire i dati relativi ai controlli precedenti e il numero di reindirizzamento.

Ai viaggiatori che non indicano il nome, il cognome, la data di nascita e il sesso può essere negato il trasporto oppure le autorità possono negare l'accesso alla zona di imbarco. Il TSA può condividere queste informazioni con altri organismi autorizzati degli Stati Uniti. Per ulteriori informazioni, consultare il sito web della TSA

I passeggeri che viaggiano verso gli Stati Uniti per turismo o per lavoro e che soggiornano nel paese fino a un massimo di 90 giorni non hanno bisogno di visto, se sono i cittadini di paesi membri del Visa Waiver Program. Prima di partire per gli Stati Uniti, questi passeggeri devono registrarsi sul sistema elettronico per l'autorizzazione ai viaggi (Electronic System for Travel Authorization, ESTA). Tutti i passeggeri in arrivo che intendono usufruire del Visa Waiver Program devono presentare domanda di autorizzazione al viaggio, in formato elettronico, attraverso il sito web del Dipartimento per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti: https://esta.cbp.dhs.gov/esta/

Ai cittadini dei paesi membri del Visa Waiver Program che non ottengono l'approvazione per entrare negli Stati Uniti attraverso il sistema ESTA non sarà consentito imbarcarsi su alcun aereo diretto negli Stati Uniti.

Per trasportare eventuali armi da fuoco nel bagaglio da stiva, non si dovranno stampare né applicare etichette ai bagagli. In questi casi è necessario contattare l'operatore del check-in per predisporre la procedura di sdoganamento.

Informazioni per i passeggeri che volano verso il Giappone

Per prevenire minacce terroristiche, il Ministero della giustizia del Giappone ha modificato la legislazione sul controllo dell'immigrazione e il riconoscimento dei rifugiati nel novembre del 2007.

Da tale data, tutti i cittadini stranieri che entrano in Giappone sono sottoposti al prelievo delle impronte digitali e fotografati (volto) durante i controlli dell'immigrazione all'aeroporto di destinazione.

I passeggeri possono anche essere sottoposti a una breve intervista. Ai cittadini stranieri che rifiutino di sottoporsi a tali procedure non sarà consentito l'accesso al Giappone.

Questi requisiti di accesso non si applicano ai bambini di età inferiore ai 16 anni, ai residenti permanenti in Giappone, a coloro che richiedono la residenza permanente, ai diplomatici e ai rappresentanti di governi di altri paesi in arrivo per visite ufficiali.

Informazioni per i passeggeri che volano verso l'India

Ai sensi delle attuali linee guida pubblicate dal Dipartimento delle telecomunicazioni (Department of Telecommunications, DoT), del Governo dell'India, solo i telefoni satellitari Inmarsat, escluso il sistema BGAN, possono essere importati da cittadini stranieri previa autorizzazione del DoT.

I telefoni satellitari trasportati nel bagaglio a bagaglio in stiva o nel bagaglio a mano senza la necessaria licenza del Dipartimento delle telecomunicazioni saranno confiscati fino all'ottenimento di tale licenza.

Tutti coloro che inviano merci in India devono compilare una dichiarazione con la descrizione dettagliata delle merci importate e presentarla al servizio doganale al momento del primo ingresso nel paese.